Editoria Interviste

Arianna Di Iorio e la scrittura immersiva di Inbooki

Scritto da Tonia

Inbooki è un progetto a cavallo tra mondo letterario, tecnologia e informatica che permette di creare un nuovo tipo di ebook, gli in-book, storie immersive non lineari, vincolate a condizioni esterne, come la fascia oraria, i luoghi di lettura, il sesso del lettore. Come è nato il progetto Inbooki?

L’idea è nata dalla nostra passione per la lettura e per la tecnologia. Ci siamo accorti poi del fatto che l’editoria, a nostro avviso, non ha ancora sfruttato appieno le potenzialità offerte dai nuovi dispositivi come smartphone e tablet. L’idea di partenza è stata quindi quella di creare un nuovo tipo di e-book che offrisse nuove possibilità creative agli autori e una nuova esperienza di fruizione dei libri ai lettori.

Quali sono gli obbiettivi del progetto?

L’obiettivo del progetto è proprio quello di offrire agli autori uno strumento gratuito attraverso il quale esprimere la propria creatività e ai lettori una nuova esperienza di lettura immersiva, interattiva, coinvolgente e social.

 Quali sono le caratteristiche principali dell’in-book? In cosa si differenzia dall’ebook?

Un in-book, che abbiamo chiamato così proprio per differenziarlo dal tradizionale e-book, è un libro digitale in cui il lettore diventa protagonista della narrazione, immergendosi nella storia e modificando la trama attraverso le sue stesse scelte. Per spiegare meglio cos’è un in-book possiamo fare alcuni esempi:

  1. Immaginate di leggere un in-book giallo: il lettore, a un determinato punto del testo, potrà scegliere quale indiziato seguire. Sulla base di tale scelta la narrazione proseguirà in maniera differente. Inoltre, la storia potrà adattarsi a seconda del momento del giorno o del meteo in cui si legge l’in-book: di notte l’investigatore potrà essere in difficoltà in un inseguimento, mentre durante una nevicata le tracce lasciate dal sospetto potranno aiutarlo facilmente…
  2. Immaginate adesso di leggere un in-book fantasy: il lettore potrà decidere di leggere il libro dal punto di vista del “buono” o del “cattivo”. La stessa tipologia di variazione del punto di vista può essere prevista in un romanzo rosa in cui il lettore può scegliere, ad esempio, di leggere il libro dal punto di vista dell’uomo o della donna.
  3. Pensate invece di leggere un in-book “guida turistica”: il lettore, in base alla geo-localizzazione, può essere “guidato” in uno specifico percorso, che tiene conto delle preferenze del lettore, del meteo, dell’ora del giorno. In base a queste variabili la guida turistica offrirà percorsi differenti. Ad esempio, una visita a un museo sarà suggerita in caso di pioggia, mentre un’escursione all’aperto in caso di bel tempo

L’in-book dà al lettore un ruolo ambivalente: da un lato egli è determinante con le sue scelte per lo sviluppo della trama, dall’altro appare condizionato da alcune scelte dell’autore. Che riflessi ha questa ambivalenza nella fruizione del testo?

La fruizione di un in-book avvicina autore e lettore, portando il lettore al centro della storia che lo stesso autore ha immaginato e creato. È sempre l’autore a prevedere i differenti possibili sviluppi della trama tra i quali il lettore potrà scegliere. In questo modo l’autore può sapere quali tra i personaggi della storia preferiscono i suoi lettori, quali sviluppi della trama sono più coinvolgenti per i lettori. Dall’altro lato il lettore viene coinvolto nella storia in maniera totalmente differente da come avviene ora con gli e-book tradizionali.

L’in-book prevede una struttura narrativa diversa da quella tradizionale. Come cambia il processo di scrittura con l’in-book?

La scrittura di un in-book parte certamente dalla voglia o necessità di un autore di sperimentare. L’in-book dà la possibilità all’autore di approfondire personaggi o parti della storia che altrimenti potevano essere tralasciati. Il processo di scrittura nasce dall’idea di creare un filone narrativo principale a cui aggiungere approfondimenti e variazioni che potrebbero alla fine rivelarsi anche essi filoni principali della storia.

La letteratura immersiva proposta da Inbooki può diventare un vero è proprio genere letterario?

È proprio questo il nostro sogno, creare un nuovo genere letterario, quello della letteratura immersiva!

Un messaggio ai lettori di Connessioni Letterarie…

Cari lettori e autori di Connessioni Letterari, se avete voglia di sperimentare e rompere gli schemi, immergetevi in uno degli in-book che abbiamo già pubblicato!

Tonia Zito

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Utilizziamo i cookie di terze parti per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi