Recensioni

Veneti in controluce

Scritto da Tonia

Le recensioni di Connessioni Letterarie

Veneti in controluce un’antologia di diciotto racconti che mostra un ritratto del Veneto fatto di luci e ombre. Attraverso le vicende di variegati protagonisti, adulti, giovani, lavoratori stacanovisti, nostalgici, sognatori, sullo sfondo di pianure e colli disseminati da balle di fieno, si delineano i tratti somatici e l’anima della regione nel passato e nel presente ed emergono da un lato i contrasti e i problemi che adombrano il territorio, quali l’intolleranza, i contrasti generazionali, la microcriminalità, la mancanza di sicurezza, i pregiudizi, dall’altro le sue peculiarità culturali.

Con lo sguardo attento di chi osserva la società come studioso il sociologo Ausilio Bertoli, ponendosi a una certa distanza dalla sua terra, riesce a restituirla nella sua completezza individuandone le problematiche e soffermandosi su aspetti culturali, peculiarità folcloriche e descrizioni paesaggistiche.

Ne deriva un quadro dettagliato, una fotografia autentica che, fondendo la scrittura con l’analisi sociologica della realtà, mostra i cambiamenti subiti dalla terra veneta negli ultimi decenni e le contraddizioni che derivano dalla nostalgia per il passato agreste e la prepotenza della modernità. Emergono veneti testardi, spesso diffidenti, talvolta brontoloni o ipocriti con vite non sempre semplici, con anziani che ricordano nostalgicamente il passato e giovani troppo protesi alla tecnologia e poco attenti ai tesori del passato della loro terra.

Guardando i veneti in controluce […] quando il buio cala e la luna o  i lampioni illuminano i profili delle case, è possibile vedere l’anima malinconica della gente e i loro percorsi di vita accidentati. 

I frammenti di vita che l’autore ci restituisce hanno uno stile fluido a tratti ricercato e caratterizzato da chiusure repentine.
Se la maggior parte dei racconti fonde l’estro creativo della scrittura con una lettura sociologica della realtà veneta, in alcuni non c’è un chiaro riferimento al Veneto ma sono descritte in modo generale situazioni che possono essere ambientate ovunque. Ne sono un esempio Inferno condominiale, La madre nel cuore, Sposalizio settembrino e L’idolo di Giuliana.

Tra i racconti si segnalano La quercia di Parise, un racconto dedicato a Parise che celebra il luogo che faceva da musa allo scrittore, poco conosciuto dai giovani e dagli abitanti del luogo, La madre nel cuore, il dolce ricordo di una madre speciale troppo premurosa, Una donna elegante, il racconto di un interprete che in un giorno di festa si lascia incuriosire da un bambino qualunque.

Tonia Zito

 

Autore: Ausilio Bertoli
Titolo: Veneti in controluce
Editore: Fernandel
Anno: 2018

 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Utilizziamo i cookie di terze parti per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi